Prima i contenuti e poi la promozione

La comunicazione ha un ruolo centrale nel marketing e nella politica. Il comunicatore è posizionato alla fine del processo produttivo che crea i contenuti. La comunicazione non crea, non fa magie e non risolve i problemi che stanno alla base.

Il pubblico sta diventando sempre più esigente. La sovrainformazione produce ridondanza di contenuti, quindi non basta più inviare messaggi sperando che succeda qualcosa, bisogna scegliere accuratamente il target, il momento, la lunghezza e il formato dei messaggi. Ma per creare un rapporto con il pubblico è necessario dare vita a una vera e propria narrazione con un costante lavoro di produzione di contenuti interessanti. Le aziende e i politici che comunicano esclusivamente se stessi non hanno alcun appeal, e in quel caso nessun mago della comunicazione potrà risolvere il problema di mentalità che sta all’origine. Prima di pretendere che i social network facciano i miracoli, è il caso di ricordarsi che se non diciamo nulla nessun post o tweet potrà farlo al posto nostro.